Informazione, consultazione e partecipazione

Appuntamenti per sapere, dire, decidere insieme

Per l’elaborazione del Piano di Gestione la Segreteria tecnica ha attuato un processo di partecipazione pubblica articolata nelle tre forme principali di accesso alle informazioni, consultazione e partecipazione attiva, dettagliatamente descritto nel documento Calendario, programma di lavoro e misure consultive per l’elaborazione del Piano, disponibile fra gli elaborati di Piano (Allegato 9.1 all’Elaborato 9).

L’accesso alle informazioni ha lo scopo di favorire la più ampia diffusione dei documenti del Piano di gestione e delle conoscenze utilizzate per le diverse fasi del processo di elaborazione. La fase di accesso alle informazioni è rivolta a tutti i soggetti pubblici e privati.
Per ampliare al massimo la sfera dei soggetti da raggiungere (“pubblico in generale”) si utilizzano vari strumenti di comunicazione (comunicati stampa, forum ed eventi di presentazione, pubblicazione sul web).

La consultazione permette di trarre utili informazioni dalle osservazioni, dai punti di vista, dalle esperienze e dalle idee del pubblico e delle parti interessate.
L’individuazione delle parti sociali, alcune delle quali già ricomprese nel Comitato di Consultazione da tempo operante su base volontaria presso l’Autorità di bacino del fiume Po, è avvenuta utilizzando i criteri di: competenza istituzionale, conoscenze specifiche, interessi economici, sociali ed ambientali che possono venir interessati dagli effetti del Piano di Gestione, possibili conflitti legati all’uso plurimo dell’acqua. E’ stato definito un elenco di soggetti individuati per la fase di consultazione, suddivisi per tipologia di appartenenza. Tale elenco potrà essere ampliato ed integrato, se necessario, nel corso di questa fase che rimane, comunque, aperta anche al pubblico in generale.

La partecipazione attiva comporta la presenza concreta delle parti interessate nel processo di pianificazione, nella discussione dei problemi e nell’apporto di contributi per la loro risoluzione. Il riferimento principale è rappresentato dal Comitato di Consultazione.
Altri soggetti sono individuati tra quelli dell’elenco predisposto per la fase di consultazione sulla base dei seguenti elementi: le relazioni tra gli interessi dei soggetti individuati e le questioni trattate nel Piano di Gestione, la scala e il contesto in cui generalmente questi operano, il loro ruolo e livello di coinvolgimento in qualità di gestori/utilizzatori/controllori/esperti/fruitori.
Prima fase della partecipazione attiva: da aprile a maggio 2009.
Seconda fase della partecipaziond attiva: da ottobre a novembre 2009

Per garantire un ampio coinvolgimento per le fasi di informazione, consultazione e partecipazione sono stati organizzati diversi appuntamenti articolati in:

   Forum , incontri plenari di informazione pubblica sullo stato di avanzamento delle attività in corso;
–   Incontri territoriali di informazione pubblica a livello regionale;
   Incontri tematici di coinvolgimento attivo e di confronto con i diversi portatori di interesse.

Nelle pagine seguenti sono pubblicati i calendari degli incontri, i programmi di lavoro, le presentazioni.

Inoltre, il collegamento sottostante permette di accedere alle informazioni trasmesse per la fase di consultazione. L’analisi e il recepimento delle osservazioni sono descritti in uno specifico documento di Piano (Allegato 9.11 all’Elaborato 9).

E’ possibile richiedere ulteriori informazioni attraverso la posta elettronica al seguente indirizzo: parteciPO@adbpo.it.
Aggiornamento 25 marzo 2010

I commenti sono disabilitati, ma trackbacks e pingbacks sono abilitati.